Comunicati stampa

Ufficio Stampa, Media PR e Digital PR M: Comunicazione Micaela Scapin · info@micaelascapin.it ·  www.micaelascapin.it

Comunicato del 2 febbraio 2017, di Micaela Scapin

I Bulbi di Evelina Pisani 25 marzo – 25 aprile 2017,
Villa Pisani Bolognesi Scalabrin

60mila tulipani si mescoleranno a fiori selvatici e all’erba formando una sorta di quadro impressionista: enfasi di luce e colori.
Giardino di Villa Pisani Bolognesi Scalabrin – Vescovana (PD)
25 marzo – 25 aprile 2017

Sessanta mila tulipani piantati a terra in un’autentica esplosione di tonalità e di profumi che coinvolgeranno i cinque sensi. Il giardino informale di Villa Pisani Bolognesi Scalabrin a Vescovana, in provincia di Padova e a pochi chilometri di distanza da Rovigo, a partire 25 marzo fino al 25 aprile (la manifestazione potrà essere posticipata per cause climatiche) si trasformerà dopo il lungo inverno in un acquerello di colori e profumi mescolati tra loro con grazia e garbo seguendo lo schema impressionista del design paesaggistico olandese di tendenza. Infatti, la primavera 2017 sarà del tutto speciale: tra fine marzo e fine aprile fioriranno oltre 60.000 tulipani in un vasto prato circondato dagli alberi del parco antico, rinnovato e abbellito sul finire dell’Ottocento dalla proprietaria della villa, Evelina Van Millingen Pisani. Così riaffiorerà il ricordo di questa donna speciale, che amava i fiori e in particolare i tulipani, forse anche perché originari della Turchia dove lei era nata e trasformati in fiori da giardino in Olanda, da dove proveniva la famiglia paterna.

Raccogliendo l’eredità di un amore appassionato per il giardino, per le sue malìe e le sue sollecitazioni sensoriali, l’attuale proprietaria Mariella Bolognesi Scalabrin ha chiesto alla paesaggista olandese Jacqueline van der Kloet d’integrare un mare di tulipani nel prato di quasi un ettaro e mezzo, che nello stesso periodo di fioritura dei bulbi primaverili si copre di fiorellini spontanei blu, gialli, bianchi, rosa. Così allo sbocciare della primavera la natura selvatica e quella mediata dall’arte orticola si daranno appuntamento in questo giardino, superando i tradizionali schemi stilistici. Non si vedranno il prato fiorito da una parte e fitte aiuole di tulipani dall’altra, ma una convivenza armoniosa dell’uno e delle altre, con un effetto tanto morbido, vaporoso e scenografico quanto partecipe dello stile che la natura adotta per associare le piante.

«Il segreto di questo nuovo stile paesaggistico che sta dilagando da New York a Tokyo – spiega Mariella Bolognesi Scalabrin – è che i bulbi sono interrati direttamente nel prato senza rivoltare e preparare la terra, agendo in modo apparentemente casuale ma con diverse densità di piantagione per concentrare e diluire gli effetti cromatici e i tempi di fioritura. Per il mio giardino la garden designer olandese ha individuato 60 varietà di tulipani con diverse epoche di fioritura, proponendole in quattro serie di colori in vaste campiture dai contorni sinuosi

Da fine marzo a fine aprile lo scenario sarà cangiante, infatti muterà di continuo con tessiture e colori diversi. I visitatori potranno letteralmente immergersi nella situazione, passeggiando sui sentieri inerbiti e rasati che attraversano tutto il prato e i suoi tesori fioriti.

Per aggiungere magia all’incanto, a Villa Pisani Bolognesi Scalabrin ogni domenica, per le cinque settimane previste di fioritura dei tulipani, si svolgerà il Festival primaverile dei sensi.

«Vogliamo che ogni visitatore possa trasformare un momento di emozione per la bellezza dei fiori di primavera e del contesto storico artistico di Villa Pisani Bolognesi Scalabrin in una festa dei sensi, in una resurrezione personale. Una pulizia primaverile dell’anima, una rigenerazione del corpo dopo l’inverno. Noi crediamo che, come scrisse Dostoevskji, la bellezza salverà il mondo» dice la giornalista Mimma Pallavicini, che ha contribuito con la proprietaria di Villa Pisani al programma della manifestazione. Ogni domenica sarà protagonista uno dei cinque sensi. Si comincerà con il tatto domenica 26 marzo, l’olfatto sarà alla ribalta il 2 aprile, la vista la domenica successiva, 9 aprile. I giorni di Pasqua e Pasquetta, 16 e 17 aprile, saranno dedicati al gusto (il 17 aprile anche con una caccia al tesoro in tema). Infine il senso dell’udito farà da filo conduttore nel week end lungo tra il 23 e il 25 aprile per interpretare le sinfonie di primavera.

Nel corso del Festival primaverile dei sensi tutto il giardino di Villa Pisani Bolognesi Scalabrin e alcuni saloni della villa si animeranno con piccole e preziose mostre mercato di piante e prodotti collegati con il tema di ogni week end, laboratori per adulti e bambini, molte e diversificate gratificazioni sensoriali. E in omaggio ai tulipani di “I bulbi di Evelina”, per tutto il periodo della manifestazione si potrà visitare un’originale mostra di tulipiere, ovvero vasi per tulipani recisi, dell’artigianato bassanese di qualità.

Tutti i comunicati