Le attività curate dagli studenti dell’Istituto d’Istruzione Superiore G. B. Ferrari/Liceo Artistico

Anche in occasione della sesta edizione di Giardinity Autunno (27 e 28 ottobre 2018) a Villa Pisani Bolognesi Scalabrin (Vescovana, Padova), sono numerose le attività curate dagli studenti dell’Istituto d’Istruzione Superiore G. B. Ferrari/Liceo Artistico di Este (Padova): dalle visite guidate agli atelier di pittura, dalle mostre alle installazioni artistiche.

Abbiamo intervistato la Prof.ssa Licia Bevilacqua, docente di Storia dell’Arte, per capire meglio le attività degli studenti e il Progetto di Alternanza scuola-lavoro promosso dall’Istituto.

Come nasce il progetto di partecipazione e coinvolgimento degli studenti nelle attività della Villa?

Il Progetto nasce dall’esigenza didattica di creare un legame e una conoscenza sempre più approfondita dei Beni storico-artistici del territorio. Villa Pisani Bolognesi Scalabrin rappresenta dal punto di vista architettonico, pittorico e, in relazione alla evoluzione tipologica del giardino, un caso di studio estremamente significativo. Il tutto si è reso possibile grazie alla cortesia e alla disponibilità della Sig.ra Mariella.

In quali attività saranno coinvolti gli studenti?

Alcuni studenti saranno impegnati come guide per la visita storico-artistica del complesso architettonico e del giardino; altri, invece, in atelier di pittura. In occasione di Giadinity 2018 creeranno, con i lavori precedentemente realizzati a scuola, l’installazione artistica, “Il Filo d’Arianna dell’arte”. Nel Teatro della Villa continua la mostra “Il Gran Gioco del Teatro”, allestita con le scenografie, i costumi, le maschere realizzate dagli studenti e utilizzate per la messa in scena degli spettacoli del Laboratorio teatrale scolastico “Antonio Corradini”.

Come vengono formati gli studenti per queste attività?

Il Progetto, di natura interdisciplinare, vede il coinvolgimento di numerose materie: Storia dell’Arte, Progettazione e Laboratorio Discipline plastiche e pittoriche, Progettazione e Laboratorio di Design della Moda, Progettazione e Laboratorio di Grafica. Trattandosi di Alternanza Scuola-Lavoro, le attività portate avanti dai ragazzi nascono da una sinergia tra quanto viene fatto a scuola, durante l’orario curricolare, e le esperienze in villa, rientrando pienamente nella programmazione didattica.

Come rispondono gli studenti a questo progetto? E come vive il pubblico il loro coinvolgimento attivo durante gli appuntamenti di Giardinity?

Gli studenti, già presenti anche alle precedenti edizioni dell’evento, rispondono con vivo interesse e partecipazione a questo tipo di esperienza che consente loro di uscire da un approccio allo studio meramente ‘libresco’, rendendo invece ‘vive’ le loro conoscenze e competenze nel rapporto diretto con il bene oggetto di approfondimento e nella relazione e confronto con il pubblico. Sicuramente il contesto li motiva e li responsabilizza: questo contribuisce, sul piano educativo, alla loro maturazione e accresce la loro autostima.

Il pubblico ha sempre risposto in maniera estremamente positiva, manifestando disponibilità all’ascolto e curiosità per le diverse attività e/o mostre proposte dagli studenti, spesso scoprendo nei ragazzi passioni e competenze inaspettate.

L’arte e la cultura diventano quindi strumento di formazione professionale. Come si inserisce il Progetto di Alternanza scuola-lavoro nel percorso scolastico e quali sono gli sbocchi lavorativi per i vostri studenti?    

Questo particolare percorso di Alternanza scuola-lavoro è in stretta sintonia con il curriculum di studi del Liceo Artistico e, pertanto, si inserisce pienamente nella programmazione didattica di più discipline.

Lo studio e la valorizzazione del Bene storico-artistico li sensibilizza alle problematiche legate alla conservazione, ma anche alla promozione del nostro ricco patrimonio, vera risorsa culturale ed economica dell’Italia; un’esperienza di questo tipo, pertanto, li può avviare verso tutte quelle professioni che afferiscono a tali ambiti (storico dell’arte; restauratore; guida turistica; curatore di mostre; organizzatore di eventi culturali ecc…). La Villa e il suo Giardino, contesti particolarmente qualificati sotto il profilo estetico, sono di stimolo alla creatività e per tale ragione vanno a nutrire il talento già innato di questi ragazzi per le discipline artistiche (pittura, scultura, architettura, moda e grafica)

Il programma delle attività nel dettaglio:

ATELIER PITTURA

In collaborazione con l’Istituto d’Istruzione Superiore G. B. Ferrari/Liceo Artistico di Este (Padova) e sotto la guida degli studenti delle classi 4a e 5a, i visitatori potranno apprendere i rudimenti della pittura sul tema dei ‘Giardini immaginati’, in una libera e creativa reinterpretazione cromatica e stilistica dei soggetti di antichi Papiers peints paesaggistici, fondale scenografico di questa edizione 2018.

Liceo

LE MOSTRE

Nel Teatro di Villa Pisani sarà allestita la Mostra “Il Gran Gioco del Teatro”, a cura del Laboratorio teatrale “Antonio Corradini”: costumi, maschere e scene realizzate dagli studenti del Liceo Artistico di Este.

Liceo

ARTE, VERDE E PITTURA

Gli studenti dell’Istituto d’Istruzione Superiore G. B. Ferrari/Liceo Artistico di Este (Padova) cureranno un’installazione artistica “Il filo di Arianna dell’arte”, sorta di percorso labirintico lungo il quale le loro creazioni andranno a stabilire un fecondo dialogo con la raffinata grazia del giardino formale, l’imponente scenografia romantica del parco e i sapienti allestimenti dei vivaisti, proponendo così al visitatore una sorta di guida per immergersi nella bellezza, tra Arte e Natura.

Liceo

LE VISITE GUIDATE

Quattro volte al giorno, le visite nel giardino e nel parco saranno guidate dagli allievi dell’Istituto d’Istruzione Superiore G. B. Ferrari/Liceo Artistico di Este (Padova). Gli studenti, discorrendo con i visitatori sul tema “Storia di un giardino eclettico”, coinvolgeranno l’ascoltatore in un racconto straordinario sulla storia del giardino e della Villa. Il giardino, riletto attraverso un lungo, accurato e profondo studio e ricerche storiche, diventerà così luogo di elezione per passeggiate culturali nel momento in cui le foglie si tingono di autunno e ciò non mancherà di sollecitare profonde emozioni e di dare voce al potentissimo genius loci della storica Villa: Evelina van Millingen Pisani.

Liceo

Sabato 27 e domenica 28 ottobre 2018, dalle 09.00 alle 19.00 (orario continuato), Villa Pisani Bolognesi Scalabrin (Vescovana, Padova), apre le sue porte al pubblico per Giardinity, mostra laboratorio dedicata al giardinaggio. Una festa delle piante e dei fiori che coinvolge per intero la storica villa del 1500, le sue stanze affrescate, i suoi giardini, la barchessa, le pergole, a stretto contatto con importanti vivaisti, espositori, artigiani, artisti, figure di spicco nell’ambito del giardinaggio ma anche visite guidate, mostre, appuntamenti culturali, corsi, degustazioni, laboratori, incontri, musica nel verde, attività per i bambini e conferenze. La sesta edizione ha come tema il legame tra Arte e Natura e, proprio in virtù di questo interessante e fecondo dialogo, tra le novità di questa nuova edizione autunnale spiccano i “Giardini immaginati, dove riconoscersi o smarrirsi”, installazioni creative di vivaisti, artigiani e designer dedicate all’arte del giardino, della mani e della mente.

Biglietti: intero € 8,00; bambini dai 6 ai 10 anni e adulti sopra i 75 anni € 6,00

Entrata gratuita per bambini sotto i 6 anni e portatori di handicap

Gruppo di famiglia di 4 persone: € 20,00 – Gruppi di più di 20 persone: € 6,00 a persona

Soci Touring Club, FAI, ADSI, Camper Life, Abbonati che presentano la «CartaVerde»: € 6,00

In caso di pioggia la mostra si tiene sotto le Barchesse.

Parcheggio gratuito nelle vicinanze della Villa.

I cani sono graditi ma solo al guinzaglio e con accompagnatori educati muniti degli appositi sacchettini.

Telefono: 0425/920016 – 336/496470

Email: info@villapisani.it

By |2018-10-24T08:38:20+00:0024 ottobre 2018|0 Comments

Leave A Comment